Rivista specialistica sul podismo

Interviste, articoli tecnici, classifiche, foto, calendari podistici: questo e molto di più è Runners e Benessere, il mensile che dal 2003 accompagnata i podisti toscani e non solo nel loro sport preferito. E, per chi non si accontenta della carta, tanti approfondimenti anche sul sito www.runners.it e su Toscana Tv nella trasmissione Atletica e Podismo in Toscana, in onda ogni giovedì sera alle 22,20 sul canale 18 del digitale terrestre. Un punto di riferimento per gli appassionati di running e per gli organizzatori di manifestazioni podistiche, grazie anche ai servizi di speakeraggio, riprese video e comunicati stampa. Per saperne di più: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

L’infortunio purtroppo è esperienza comune di chi pratica attività sportiva a qualsiasi livello, professionistico o amatoriale. 

In particolare nella corsa, sia su pista che su strada o nel trial, nonostante il costante richiamo alle buone pratiche ed alla corretta esecuzione dei programmi di allenamento, sono frequenti gli “incidenti” di percorso che necessitano di corretta diagnosi e di tempestivo ed adeguato trattamento.
Recentemente l’armamentario terapeutico per molteplici patologie ed infortuni dello sportivo si è arricchito di una nuova possibilità di cura: i trattamenti infiltrativi condotti sotto la guida della ecografia.

Nel momento in cui acquistiamo frutta o verdura ci siamo mai chiesti quanto costa a madre Natura, nel corso del suo ciclo vitale, quello specifico alimento? Che impatto ambientale ha? Da quanto lontano arriva e quando è stata colta? Capisco benissimo che non è domanda così scontata da porsi ma credo che sia opportuno fare alcune riflessioni.

Il cibo biologico, privo di additivi chimici e pesticidi vari, ci garantisce un doppio beneficio: tutela la nostra salute e, nel contempo, rispetta l’ambiente; spesso però dobbiamo sapere quando realmente conviene..

Con il termine di fascite plantare si fa riferimento al dolore della pianta del piede, più frequentemente al calcagno, che è sostenuto da un processo infiammatorio del cosiddetto ”legamento arcuato”, altrimenti denominato”aponeurosi plantare”. Tale struttura anatomica è una fascia fibrosa che decorre in avanti, dalla zona mediale del calcagno fino a fondersi con i legamenti che si inseriscono sulle dita del piede.
Questo infortunio purtroppo è esperienza relativamente comune di chi pratica attività sportiva che comporti impatto e traumatismi in sede calcaneare. In particolare possono esserne colpiti i podisti di qualsiasi livello, professionistico o amatoriale.